Donaci il tuo 5 per mille

firmando nella casella “Sostegno del volontariato...”

ed inserendo il Codice Fiscale della Vitersport

90074730566

BANDO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

COMUNICAZIONE IMPORTANTE!

Questa è l'opportunità, per 3 ragazzi, di svolgere, per un anno, il Servizio Civile Nazionale presso la ViterSport!

Ecco il link dove poter presentare la domanda:

http://www.volontariato.lazio.it/serviziocivilecesv/default.asp

Qui troverai tutte le informazioni e gli allegati necessari per candidarsi al progetto; scorrendo la pagina cerca, su Viterbo, la voce "PROGETTO Attività Sportiva Paralimpica - We Want You", dove troverai le informazioni relative al NOSTRO PROGETTO!!!

Si cercano 3 ragazzi
- di età compresa tra i 18 e i 28 anni non superati;
- cittadini italiani;
- cittadini degli altri Paesi dell'Unione europea;
- cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti.

QUINTA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA, BENE FATMIR KRUEZI

Quinta tappa del Giro d’Italia di Handbike, buona prestazione di Fatmir Kruezi dell’Asd Vitersport Libertas. Domenica 3 settembre è ripreso, dopo la pausa estiva, il Giro d’Italia di handbike. Per la sua quinta tappa è tornato in Nord Italia, nella città di Busto Arsizio con 82 atleti iscritti. La Vitersport era presente con un solo atleta, Fatmir Kruezi, che ha fatto una buona prestazione, riuscendo a mantenere il quarto posto, ad un solo punto dal terzo, nella classifica generale della maglia rosa. Classifica generale che non ha fatto vedere grossi cambiamenti in vetta, quindi tutto è riposto nelle ultime due tappe. Un’organizzazione tecnica impeccabile ha accolto gli atleti su un tracciato principalmente pianeggiante, nel centro di Busto Arsizio. La cittadinanza ha risposto positivamente, assiepando l’intero percorso di gara per tifare i moltissimi atleti giunti da tutta Italia, con un’intensità che raramente si vede. La tappa è stata promossa dal Gruppo Alpini di Varese che ha garantito il servizio di controllo sulle strade e la messa a norma del quartiere generale, il Museo del Tessile dove i corridori si sono preparati prima della gara e dove è stato offerto poi un particolare pranzo “tipico” a base di “polenta e bruscitt”. Prossima tappa a Brescia, dove Fatmir, mulinando di braccia, dovrà impegnarsi al massimo per migliorare la sua posizione in classifica.