Donaci il tuo 5 per mille

firmando nella casella “Sostegno del volontariato...”

ed inserendo il Codice Fiscale della Vitersport

90074730566

STORIA


  • Dal 1975 l’Associazione è attiva di fatto, quando un gruppo di giovani ospiti della Casa di cura Villa Immacolata (San Martino al Cimino, Viterbo) dettero vita ad una squadra di basket in carrozzina, cui seguirà un gruppo di atletica leggera; 
  • 1976: organizza i “Giochi dell’Avvenire” meeting cui partecipano tutte le realtà sportive di disabili esistenti allora in Italia (9 gruppi sportivi), che si cimentano in tornei di basket e di atletica;
  • 1976: l’atleta Savino Michele viene selezionato nella rappresentativa italiana di atletica leggera per le paralimpiadi in Canada;
  • 1977: quattro atleti  sono selezionati nella Nazionale di basket: Maisto, Mancuso, Murolo, Napoleone;
  • 1978: ai Campionati Mondiali di basket a Londra ben 7dodicesimi della squadra nazionale è costituita da atleti viterbesi;
  • 1978: la squadra di Viterbo vince il Primo Campionato Nazionale di basket;
  • 1979: conquista il terzo posto nella Coppa dei Campioni  a Siviglia (Spagna);
  • 1979: vince il secondo Campionato Nazionale di basket;
  • 1980: tutto il gruppo di atleti si fa promotore di un interessante e, per l’epoca, assolutamente innovativo progetto di deistituzionalizzazione sostenuto dalla Regione Lazio, che coinvolge una quarantina di giovani ospiti della Casa di Cura, desiderosi di affrontare a pieno la vita di uomini portatori di diverse abilità, con la formazione delle casefamiglia;
  • 1980: vince il terzo Campionato di basket ed arriva il primo sponsor a sostenere l’attività: la squadra si chiamerà Vitersport Guidosimplex;
  • 1982: conquista il suo quarto scudetto nel basket;
  • 1984: è semifinalista nella Coppa dei Campioni in Germania;
  • 1984: gli atleti Izzo ed Oroni sono convocati nella nazionale di basket per le paralimpiadi in Australia;
  • 1986: il 26 marzo viene registrato l’atto di fondazione dell’Associazione;
  • 1986-87: si aggiungono due nuove discipline: tiro con l’arco, tiro a segno;
  • 1988-89: tennis e tennis tavolo, con buoni risultati: Cesarei conquista diversi titoli di categoria a livello nazionale nel tennis tavolo, Oroni, Mancuso, Savino, Murolo e Raffaele il titolo di Campioni d’Italia a squadre nel tennis;
  • anni ’90: a livello nazionale si affianca all’attività federale il settore dedicato alla disabilità intellettiva e relazionale, sulla spinta del movimento internazionale Special Olimpics. Il Vitersport si apre ad un nuovo folto gruppo di atleti nell’atletica leggera, nuoto, sci. Da questo momento l’attività sarà molto intensa ed i risultati sempre più incoraggianti;
  • 1997: Emanuele Conti è convocato nella Nazionale di sci alpino per i Giochi Mondiali di Toronto, in Canada; nei successivi 8 anni sarà campione nazionale di categoria;
  • 1998: nel decennio che segue fino ad oggi si incrementa in particolare l’attività natatoria sia nel settore HF che DIR, che raggiungono complessivamente i quaranta atleti, grazie anche all’ospitalità nella piscina della Scuola Marescialli dell’Esercito (Strada Cimina, Viterbo); è costante la partecipazione a tutti i Campionati Regionali e Nazionali di categoria. Si mettono in evidenza Berretta, Marchini e successivamente Cencioni, Carosi, Serafini, Di Vittorio e Bocci;
  • 2002: si costituisce il primo nucleo di handbike, attività che appassiona molti atleti giovani e adulti, ma che è frenata nella sua crescita dai costi per l’acquisto dell’attrezzo e per la partecipazione alle competizioni. Il gruppo è costituito da quattro atleti;
  • 2003: si cimenta il primo gruppo HF di sci, una disciplina non certo facile nella nostra regione, ma che comunque mantiene fino ad oggi alcuni praticanti;
  • 2005: nasce la squadra di hockey in carrozzina elettronica, disciplina riservata ad atleti con patologie gravemente invalidanti; costituirà l’impegno più pressante per gli anni successivi;
  • 2006: il 17 gennaio viene registrato il nuovo statuto dell’Associazione Sportiva Dilettantistica di Volontariato Vitersport, adeguato alla normativa vigente  (Legge 288/91, Legge 289/04);
  • 2006: iscrizione al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato;
  • 2007/08/09: continua l'attività nelle discipline nuoto (35 praticanti), hockey(13), handbike(8), con un significativo incremento;
  • 2010: a giugno l'atleta di handbike Mauro Cratassa entra a far parte della Nazionale Italiana; il 26 settembre è organizzata a Viterbo la IX tappa del Campionato Italiano di handbike;  il 2 ottobre a Treviso Cratassa è Campione Italiano su strada;
  • 2011: Mauro Cratassa il 19 giugno a Paternò è Campione Italiano su strada e crono; a settembre è bronzo ai Campionati Mondiali in Danimarca. A giugno, dopo uno splendido campionato con la vittoria in tutti gli incontri, la squadra di Hockey conquista la Serie A1.Negli stessi giorni, ai Campionati Nazionale FISDIR, l'atleta Alberto Bocci si aggiudica il titolo Italiano nei 50m. Rana;
  • 2012: continua l'attività e la partecipazione ai campionati del nuoto, dell'hockey e dell'handbike. Il 25 aprile è organizzata a Montalto la seconda Tappa del Giro d'Italia di Handbike, valevole come gara del Campionato Italiano per società e 2° Trofeo Libertas. Il 10 ottobre è organizzata a Viterbo la Terza edizione del Trofeo di hockey “Aquile di Palermo”, nell'ambito della manifestazione “Viterbo Città Europea dello sport”;
  • 2013: buoni i risultati nell'hockey dove è confermata la posizione in A/1 e nel nuoto. Ma è l'anno dell'handbike: Paolo Baroncini vince il Giro d'Italia nella categoria MH1.2,  Mirko De Cortes conquistata il terzo posto nella categoria MH4 e vince il Campionato Europeo  EHC, facendo sua la prestigiosa maglia gialla, per la prima volta indossata, nella categoria MH4, da un Italiano;
  • 2014: La stagione del nuoto si apre con un argento nei 50 sl ai Campionati Italiani invernali (Como) di Alessandro Pacchiarotti. Si mette in evidenza Fatmir Kruezi nell'handbike: il giovane atleta raggiunge uno strepitoso secondo posto nella quinta tappa del Giro D'Italia. Dopo varie esperienze amatoriali, l'associazione si affilia alla FPICB (federazione calcio balilla) e le prime prove ufficiali sono strepitose: Antonietta Notargiacomo è campionessa italiana assoluta, Renzo Montori è vice campione italiano specialità singolo serie A, la coppia Marcello Izzo e Renzo Montori è campione regionale;
  • 2015: La squadra di hockey si classifica per le fasi finali del Campionato Italiano A/1 e raggiunge un prestigioso terzo posto. L'atleta Kruezi Fatmir detiene la maglia rosa nella prima e seconda tappa tappa del Giro d'Italia di handbike. Manuela Marchini è bronzo ai Campionati Italiani assoluti di nuoto FISDIR, Renzo Montori vince la Coppa Italia, Antonietta Notargiacomo il Campionato Italiano di Calcio balilla;
  • 2016: quarantennale dell'attività, trentennale della costituzione con l'attuale denominazione, festeggiato con una serie di iniziative: Triangolare di Hockey "da Milano a Palermo, passando per Viterbo", organizzazione del Campionato Regionale di Handbike, annullo postale dedicato, mostra fotografica "Tanti per tutti", "progetto What's your problem? Sport doesn't care" ITC Savi di Viterbo (incontri degli studenti delle classi ad orientamento sportivo). Attribuzione della STELLA DI BRONZO del CONI per meriti sportivi.
  • 2017: attività federale nel nuoto, hockey, handbike, calcio balilla. La coppia Montori - Izzo conquista il terzo posto nella Coppa Italia di calcio balilla; nel Giro d'Italia di handbike Fatmir Kruezi si classifica terzo per la categoria MH4 e Mirko De Cortes secondo nella MH5.
  • Area volontari: è l’impegno parallelo che la Vitersport ha sempre mantenuto attivo in quanto funzionale alla pratica della varie discipline: quasi annualmente sono state promosse iniziative promozionali e progetti specifici rivolti al reperimento ed alla formazione relazionale e tecnica dei volontari, con esiti soddisfacenti. Nel 2014 è stata richiesto al Tribunale di Viterbo ed ottenuto l'affidamento per i Servizi Socialmente Utili. Nel 2016 sono stati concessi due volontari del Servizio Civile Nazionale ed è stata attivata la procedura per "l'Alternanza Scuola Lavoro";
  • L'organizzazione di eventi sportivi e culturali è un'altra costante nella vita dell'associazione: meeting e gare ufficiali delle varie discipline, mostre fotografiche (di rilievo “Donna comunque, Bella comunque” nel 2009 e “Energie” nel 2011) e convegni (“L'altra faccia dello sport” a maggio 2015), partecipazione in rete ed in partenariato a vari progetti, anche internazionali (Grassroots 2013 e 2014). Nel  2014 due i progetti in collaborazione con le scuole Secondarie di secondo grado: “Promozione della Pratica sportiva nella scuola” ITIS Viterbo e “Sport per trutti a scuola” a Vetralla, nel 2015 “What's your problem? Sport doesen't care ITC Savi di Viterbo, nel 2017 "Caro, vecchio Calcio Balilla" I.C. Fantappiè di Viterbo, sempre con il fine di promuovere l'attività paralimpica tra le persone con disabilità e di renderla concretamente attuabile sul territorio;